La menta: varietà e benefici

La menta: varietà e benefici

Una pianta aromatica dalle molte proprietà benefiche

 

La menta è una pianta nota fin dai tempi antichi per le sue proprietà terapeutiche ed i molteplici utilizzi che possono esserne fatti in cucina. Ippocrate ne faceva uso come afrodisiaco, mentre i Greci e i Romani la usavano come profumo. Grazie all’azione leggermente cicatrizzante, nel passato se ne ricavava una pasta da apporre sulle ferite, mescolandola con olio d’oliva. Lo sapevate?

Esistono circa 600 varietà di menta, differenti tra loro per caratteristiche e proprietà. Quelle più diffuse sono la menta piperita, la romana, la mentuccia e l’acquatica.

Menta piperita: ricca di mentolo e oli essenziali, all’interno di questa classificazione vi sono anche altri tipi di menta, come quella nera e la menta bianca.

Menta romana o Mentha viridis: pianta cespugliosa tipica delle zone di campagna, viene impiegata anche per abbellire i giardini.

Mentuccia o Nepitella: impiegata molto nella preparazione piatti della tradizione, in tempi lontani era uno dei principali rimedi per trattare numerose problematiche.

Menta acquatica: cresce negli ambienti umidi, in prossimità di specchi d’acqua. Emana un buon profumo fastidioso per gli insetti.

Composta prevalentemente da acqua, fibre, proteine e carboidrati, la menta presenta una buona concentrazione di sali minerali. In particolare potassio, magnesio, rame, manganese, sodio e fosforo. Ma anche vitamine, soprattutto quelle del gruppo A, la vitamina B, la vitamina C e la vitamina D.

Le proprietà della menta dipendono dalla presenza di un alcool estratto dall’essenza di menta, il mentolo. Questo componente è molto utilizzato per preparare cosmetici, profumi e medicinali, grazie alla piacevole sensazione di freschezza che emana. Viene spesso impiegato nella realizzazione di caramelle e per alleviare il mal di gola, agendo come disinfettante naturale.

Dal punto di vista terapeutico, grazie alle sue proprietà, la menta può essere utile a fine pasto come digestivo, oltre ad assolvere una funzione antispasmodica.

La menta è un ottimo rimedio per mal d’auto o mal di mare. Bere un infuso di foglie fresche di menta 2-3 giorni prima del viaggio (e anche durante il viaggio) aiuta a prevenire nausea e vomito.

Le sue foglioline, inoltre, conoscono larga applicazione anche nei cosmetici. Ad esempio, sotto forma di infuso, è perfetto come tonico e astringente e se la pelle è arrossata. Ha anche un effetto rinfrescante.

In cucina, questa pianta viene usata per insaporire tanti tipi di pietanze, salse salate, zuppe e vellutate, nella pasta e nei secondi, sia di carne che di pesce. Viene impiegata soprattutto nei dolci e nelle bibite. Dal gelato ai ghiaccioli alle granite alla menta, dai cocktail agli amari, grazie al suo potere dissetante e rinfrescante e alla sua azione digestiva. È molto presente in particolare nella cucina tunisina e algerina. Viene utilizzata, ad esempio, per rinfrescare il taboulé e il bulgur, oppure per profumare le melanzane e le zucchine grigliate.

Share this post