4 ricette anti-spreco con il cibo avanzato

4 ricette anti-spreco con il cibo avanzato

Ridurre gli sprechi ai fornelli fa bene all’ambiente e al portafogli. Se avete cucinato troppo e siete tentati di buttare via il cibo in eccesso, fermatevi: esistono molti modi fantasiosi per riciclare gli scarti. Di seguito, ecco le nostre ricette anti-spreco preferite, perché sono convenienti ma anche buonissime!

Frittata di pasta

Se avete cucinato troppa pasta, non temete: potete usarla per preparare una deliziosa frittata! Solitamente questo piatto si cucina con gli spaghetti, ma anche rigatoni, penne e altri formati corti possono andare bene. In ogni caso, l’importante è che teniate da parte un po’ di pasta senza condirla, se non con un filo d’olio. Il giorno dopo, lavorate in una ciotola delle uova con parmigiano grattugiato, sale e pepe, quindi unite la pasta e amalgamate; a questo punto, non vi resta che trasferire il composto in una teglia unta e farla cuocere per 20-25 minuti, finché la frittata non sarà dorata.

Riso al salto o riso gratinato al forno

Avete cucinato troppo risotto allo zafferano e adesso non sapete come consumarlo tutto? Abbiamo non una ma ben due idee da suggerirvi, entrambe semplici, veloci e incredibilmente sfiziose. Il risotto avanzato non dà il meglio di sé, se ci si limita a scaldarlo; ma si trasforma in un piatto speciale se ripassato in padella oppure al forno.

Per preparare il riso al salto, tipica ricetta lombarda, ungete leggermente un piatto e disponetevi il risotto. Schiacciatelo con il dorso di un cucchiaio, fino a formare un disco sottile. Scaldate una padella e fatevi sciogliere un cucchiaio di burro, quindi trasferitevi il disco di riso con l’aiuto di una paletta. Fate friggere a fuoco moderato per circa 5 minuti, poi appoggiate un coperchio o un piatto sulla padella e capovolgete il tutto. Fate cuocere anche dall’altro lato per altri 5 minuti, et voilà.

Se invece volete cuocere il risotto avanzato in forno, dovete innanzitutto imburrare una teglia. Dopodiché alternate uno strato di risotto, ben livellato con il dorso di un cucchiaio, e uno di asiago o altro formaggio tagliato a cubetti. Completate con un ultimo strato di riso, spolverate di parmigiano grattugiato e informate a 180° per 20 minuti. Una vera bontà!

Polpette di pane raffermo

Se avete del pane raffermo in credenza e non sapete che farvene, sappiate che i crostini al forno sono solo una delle possibilità. Il pane vecchio si può usare in molti modi, per esempio per preparare le polpette. Rimuovete le croste del pane e ammorbidite la mollica con il latte in una ciotola. Strizzate la mollica, rimuovete il latte in eccesso e unite parmigiano grattugiato, sale, spezie varie e un uovo. Lavorate il composto, ricavatene delle polpette e cuocetele nel brodo vegetale. Servitele calde e… buon appetito!

Brodo di verdure con gli scarti

Avete cucinato un po’ di piatti con le verdure, ma vi dispiace buttare foglie, torsoli e gambi? Niente paura: con gli scarti degli ortaggi si può preparare uno squisito brodo. Vi basta mettere gli scarti in un’ampia pentola, poi coprirli di acqua e aggiungere un po’ di sale. Fate cuocere a fuoco lento per un paio d’ore e il gioco è fatto. Se ricavate molto brodo, potete sempre congelarlo in piccole porzioni pronte all’uso.

Share this post