A scuola di cucina cinese: involtini primavera fatti in casa

A scuola di cucina cinese: involtini primavera fatti in casa

Noi italiani siamo amanti della tradizione, anche e soprattutto a tavola. Tuttavia, se da una parte non rinunciamo ai nostri piatti tipici, dall’altra ci piace provarne di nuovi ed esotici. Pizza, pasta, mozzarella, gelato e tiramisù non si toccano, ma perché non cambiare, ogni tanto?

La cucina cinese è molto diffusa e apprezzata nel nostro Paese. Il suo antipasto più famoso – oltre che uno dei nostri preferiti! – è l’involtino primavera, una sfoglia di pasta croccante con un ripieno di verdure e carne. Abbiamo provato a cucinarlo e questa è la ricetta.

Ingredienti (per otto involtini):

Per la sfoglia

  • 125 g di farina 00
  • 70 g di amido di mais
  • 350 g di acqua
  • Sale q.b.

Per il ripieno

  • 150 g di fettine di maiale
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 100 g di germogli di soia
  • 90 g di verza
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 2 cipollotti freschi
  • 1 cucchiaio di olio di semi di arachide

Per friggere

  • Olio di semi di arachide q.b.

Procedimento:

Setacciamo la farina e l’amido di mais in una ciotola, aggiungiamo due pizzichi di sale e l’acqua, dunque mescoliamo fino a ottenere una pastella senza grumi. Lasciamo riposare per mezz’ora.

Nel frattempo prepariamo il ripieno. Laviamo il sedano, priviamolo dei filamenti e tagliamolo a listarelle sottili, poi facciamo lo stesso con i cipollotti, le carote e la verza. Infine riduciamo le fettine di maiale in cubetti molto piccoli.

In un wok scaldiamo un cucchiaio di olio di arachide, quindi aggiungiamo il maiale e facciamolo saltare per qualche minuto. Aggiungiamo le carote, il sedano e i cipollotti, condiamo con salsa di soia e cuociamo per qualche altro minuto, finché le verdure saranno cotte ma comunque croccanti. Per ultimo uniamo i germogli di soia e il cavolo verza, che dovranno saltare solo per qualche secondo.

Mentre il ripieno si intiepidisce, facciamo scaldare una padella antiaderente, ungiamola con poco olio di arachide e versiamo un mestolo di pastella per ottenere una crepes dal diametro di circa 18 cm e molto, molto sottile. Ripetiamo finché non avremo finito l’impasto.

Adesso, poniamo al centro di ciascuna crepes un cucchiaio di ripieno. Ripieghiamo verso il centro il lato destro e quello sinistro delle crepes e infine arrotoliamole.

Sigilliamo gli involtini ottenuti con un pennello intinto in acqua e farina e infine friggiamoli in abbondante olio di arachide in un wok. Una volta dorati su entrambi i lati, poniamoli ad asciugare sulla carta assorbente e serviamoli ben caldi, accompagnati dalla salsa di soia.

Buon appetito!

Share this post