A scuola di cucina tedesca: la ricetta dei krapfen

A scuola di cucina tedesca: la ricetta dei krapfen

Il krapfen è un dolce tedesco dalla forma rotonda, fatto di pasta lievitata dolce e farcito con la marmellata (oppure, nelle varianti meno tradizionali, con il cioccolato o la crema pasticcera). Fritto e poi cosparso di zucchero a velo, il krapfen è una vera delizia. Pur essendo molto diffuso anche in Italia, soprattutto nelle regioni ex-austriache del Trentino-Alto Adige, Veneto e Friuli-Venezia Giulia, se preparato a casa con le proprie mani ha tutto un altro sapore! Ecco la ricetta.

Krapfen alla marmellata

Ingredienti:

  • 500 g di farina
  • 80 g di burro
  • 2 dl di latte
  • 4 tuorli e 2 albumi
  • 40 g di zucchero
  • 1 bustina di vanillina
  • Marmellata di albicocca (o altro gusto)
  • 30 g di lievito di birra
  • Sale q.b.
  • Zucchero q.b.
  • Olio di semi q.b.

Procedimento:

In una ciotola stemperate il lievito sbriciolato con ½ bicchiere di latte tiepido, 1 cucchiaio di farina e 1 cucchiaino di farina; coprite il composto con la pellicola trasparente e tenetelo in un luogo caldo finché non raddoppierà di volume.

Con il resto della farina fate la fontana e mettetevi al centro il lievito fermentato, il latte rimasto, il burro fuso, i tuorli e 1 albume, la vanillina, lo zucchero rimasto e un pizzico di sale. Impastate tutti gli ingredienti e lavorate energicamente a lungo la pasta, quindi formate una palla, copritela con un telo e mettetela a lievitare in un luogo tiepido per un paio d’ore.

Trascorso questo tempo, schiacciate la pasta al centro, stendetela e ripiegatela su se stessa per circa 4 volte; con l’ultima stesura dovrebbe raggiungere uno spessore di circa ½ cm.

Ricavate dalla sfoglia dei dischi e bagnatene i bordi con l’albume rimasto. Su metà dei dischi disponete un cucchiaino di marmellata, mentre lasciate vuota l’altra metà. Adesso sovrapponete a ogni disco farcito un disco vuoto e premete leggermente sui bordi per farli aderire.

Spolverizzate i krapfen con un velo di farina, quindi fateli riposare per una mezz’ora, infine friggeteli in abbondante olio bollente e metteteli ad asciugare su carta assorbente.

Non vi resta che spolverizzarli con lo zucchero a velo e gustarveli subito, ancora tiepidi.

Share this post