Caldarroste perfette: ricetta e trucchi

Caldarroste perfette: ricetta e trucchi

Non è davvero autunno se non si mangiano almeno una volta le castagne. Siete d’accordo con noi?

Le castagne possono essere l’ingrediente chiave di molte ricette. Se siete fan dei dolci, potete usarle per preparare creme con cui farcire torte, crostate e altri dessert, oppure per cucinare un delizioso budino. Se invece volete portare in tavola un piatto salato diverso dal solito, c’è davvero da sbizzarrirsi! Vellutata di castagne e funghi, pasta con castagne e salsiccia, lasagne con castagne, radicchio e speck, insalata con le castagne, zuppa di castagne e ceci… Queste sono solo alcune delle pietanze che ci vengono in mente.

Nonostante tutto, però, pensiamo che il modo migliore per mangiare le castagne sia da sole, cotte in padella come vuole la tradizione. Calde e profumate, la caldarroste sono davvero un classico intramontabile di questa stagione.

Come si preparano le caldarroste?

Ecco di seguito tutti i passaggi da fare.

  1. Per ottenere delle caldarroste perfette, si parte proprio dalla scelta delle castagne. Sarebbe ideale che fossero tutte più o meno della stessa dimensione, in modo da garantire una cottura uniforme.
  2. Incidete le castagne, praticando con un coltellino un taglio sulla “pancia”. Non abbiate paura di andare un po’ in profondità: tagliate il guscio ma toccate leggermente anche il frutto.
  3. Man mano che incidete le castagne, adagiatele in una ciotola piena di acqua e lasciatele in ammollo per circa un’ora. Un trucchetto che vi permetterà di avere castagne molto morbide e facili da sbucciare.
  4. Trascorso questo tempo, usate un panno pulito per asciugare bene le castagne.
    A questo punto cuocetele, possibilmente usando l’apposita padella forata. Lasciatele sul fuoco per circa un’ora, scuotendo spesso la padella. Ricordatevi di tenere il coperchio per tutto il tempo.
  5. Le caldarroste sono pronte quando la buccia appare bruciacchiata.

Come conservare le caldarroste?

Forse non lo sapevate, ma le caldarroste possono essere congelate. Una volta cotte, sbucciatele, fatele raffreddare e mettetele in freezer. Potrete consumarle per i successivi 6 mesi, magari scaldandole in forno dopo averle fatte scongelare.

Share this post