Come conservare al meglio frutta e verdura in estate

Come conservare al meglio frutta e verdura in estate

Alcuni pratici consigli per la conservazione di frutta e ortaggi di stagione durante la stagione calda

 

D’estate non è sempre così semplice conservare frutta e verdura. Ma bastano alcuni accorgimenti di base per ovviare il problema della durabilità della frutta e della verdura. La soluzione ideale non è sempre data dal frigorifero, anzi. Alcune tipologia di frutta e di verdura preferiscono maturare ed essere conservate a temperatura ambiente o in luoghi freschi ma privi di umidità.

Ecco dunque alcuni consigli per la conservazione di frutta e ortaggi di stagione durante la stagione calda.
Iniziamo dalla frutta.

Iniziamo dal frutto per eccellenza che gustiamo in queste calde giornate. L’anguria (o cocomero) può essere conservata, quando è intera, in un luogo fresco della casa, come la cantina, o nella parte meno fredda del frigorifero, se le dimensioni del frutto lo consentono. Come conservare al meglio le fette di anguria? Quando l’anguria è già stata aperta il trucco consiste nel privarla della buccia e nell’affettarla a cubetti. I cubetti andranno posizionati in uno scolapasta, da inserire all’interno della ciotola e da posizionare in frigorifero. Grazie allo scolapasta l’aria potrà circolare (a differenza di ciò che avviene usando la pellicola trasparente) e l’anguria si rovinerà meno in fretta.

Se avete a disposizione un melone maturo, ma non avete intenzione di consumarlo subito, potete riporlo in frigorifero, dove potrà conservarsi per circa una settimana. Per gustarlo al meglio, prima di affettarlo, lasciatelo riposare a temperatura ambiente per una mezz’ora. Se il melone è già stato aperto, le sue fette si manterranno per due giorni in frigorifero. Le fette devono essere riposte in un contenitore per alimenti, preferibilmente in vetro.

Per evitare che le banane maturino troppo rapidamente, non riponetele nello stesso cesto in cui conservate le mele, che ne accelerano la maturazione. Le banane possono essere conservate in frigorifero. Se sono già mature e non prevedete di consumarle subito, tagliatele a fettine e surgelatele. Saranno ottime per preparare frullati e gelati!

Se avete a disposizione delle pesche o delle albicocche non ancora mature, non riponetele in frigorifero. La loro maturazione non avverrebbe correttamente e vi ritrovereste con dei frutti poco dolci e saporiti. Conservate pesche e albicocche a temperatura ambiente fino a maturazione, poi potrete riporle in frigorifero, ma dovranno essere mangiate entro pochi giorni.

Fragole, lamponi e frutti di bosco rischiano di deperire rapidamente, anche in frigorifero. Un trucco per migliorare la loro conservazione consiste nella termoterapia. Immergete fragole o frutti di bosco per 30 secondi in acqua calda, ad una temperatura di 50°C. Quindi disponete la frutta su di un panno e lasciatela asciugare, prima di riporla in frigorifero. Se ne avete a disposizione in abbondanza, surgelateli o preparate delle confetture. Le fragole, una volta affettate, si conservano meglio se cosparse con del succo di limone.

Fichi maturi non vanno lavati fino al momento di consumarli inoltre vanno tenuti coperti in frigorifero, mentre i fichi acerbi vanno messi a temperatura ambiente. Dato la loro veloce deperibilità, in caso di grosse scorte possiamo preparare delle buonissime marmellate di fichi.

Passiamo ora alle verdure.

In estate, a causa del caldo, patate, aglio e cipolle rischiano di germogliare in maniera più rapida. Per conservarli al meglio riponeteli in cantina o nello spazio più fresco della dispensa, all’interno di sacchetti di carta o di cassette di legno. Riparateli il più possibile dalla luce e dal calore. E se dovessero germogliare, piantate nell’orto o in vaso, semplicemente interrandoli, gli spicchi d’aglio, le patate suddivise a pezzetti a seconda della posizione dei germogli e la base o la parte centrale germogliata delle cipolle.

I pomodori si conservano al meglio a temperatura ambiente piuttosto che in frigorifero. Le temperature troppo basse e l’umidità del frigorifero possono deperire più rapidamente. Dunque conservateli nel luogo della casa più asciutto e riparato dal sole, all’interno di un contenitore che permetta il passaggio dell’aria, ad esempio un cesto, evitando le ciotole di plastica. Con i pomodori più maturi preparate salse e sughi da conservare.

Se avete l’insalata fresca lavate le foglie in una ciotola contenente dell’acqua fredda, ma non lasciatele in ammollo. Scolatele ed asciugatele con un panno e con l’aiuto di una centrifuga per insalata. Riponete in frigorifero solo foglie asciutte, meglio se riposte in un panno.

Basta seguire questi semplici accorgimenti per mantenere tutta la vostra frutta e verdura in perfette condizioni anche con questo caldo estivo!

Share this post