Essiccare frutta e verdura in casa: ecco come

Essiccare frutta e verdura in casa: ecco come

Se volete conservare frutta e verdura, il congelamento e l’imbottigliamento non sono le uniche soluzioni. Perché non provate l’essiccazione? Gli alimenti disidratati hanno diversi pregi: non hanno controindicazioni, occupano poco spazio, non devono stare in frigorifero e mantengono inalterati sapore e proprietà. E, usando questa tecnica, potrete gustare in qualunque periodo dell’anno la frutta e la verdura che preferite!

Essiccare la frutta e la verdura in casa è facile ed ecologico. Ecco 3 metodi per farlo.

Disidratare con gli essiccatori

Questo è il metodo più usato, ma anche l’unico che richiede uno strumento diverso dagli elettrodomestici classici, presenti in qualsiasi cucina: l’essiccatore. Questa macchina funziona in modo molto semplice: l’aria viene aspirata dall’ambiente esterno, attraverso una ventola passa su una resistenza elettrica e infine arriva sull’alimento da disidratare.

Ecco, perciò, come procedere:

  • Tagliate il prodotto a fette sottili circa un centimetro (oppure semplicemente a metà, come nel caso di ciliegie e pomodorini ciliegino).
  • Adagiate le fette sui vari cestelli, facendo attenzione a non sovrapporle per evitare che si ammuffiscano e che l’essiccazione non avvenga in modo uniforme; poi inserite i cestelli nell’essiccatore.
  • Accendete l’essiccatore e attendete che svolga il suo dovere. Temperatura e tempi variano da prodotto a prodotto: per esempio, essiccare le mele richiede tra le 6 e le 8 ore, mentre disidratare alimenti che contengono molta acqua, come le pesche e le albicocche, anche più di 24.

Disidratare con il forno

Essiccare con il forno è altrettanto semplice, ma richiede sicuramente più tempo. Importante è usare un forno ventilato, ma se il vostro elettrodomestico non è di ultimissima generazione non preoccupatevi: basterà tenere leggermente aperto lo sportello.

Ecco come fare:

  • Tagliate il prodotto a fette molto sottili, per cercare di ridurre le tempistiche.
  • Disponete le fette su una teglia e mettetela in forno preriscaldato tra i 40° e i 60°, assicurandovi che questa temperatura sia mantenuta per tutto il procedimento.
  • Aspettate che la frutta o la verdura in questione sia ben essiccata. Anche in questo caso non ci sono dei tempi precisi, quindi tenete d’occhio i prodotti che avete messo in forno, tirandoli fuori solo quando vi sembrano pronti.

Disidratare con il microonde

Questa è la tecnica in assoluto più rapida, ideale non solo per frutta e verdura ma anche per le erbe aromatiche. L’unica pecca di questo metodo è che la frutta e la verdura non vengono essiccate del tutto, quindi devono essere consumate solo per uno o due giorni; invece, le erbe aromatiche si disidratano completamente, quindi possono essere conservate a lungo nei barattoli.

Il procedimento:

  • Tagliate il prodotto a fette sottili.
  • Disponete le fette su un piatto leggermente unto con dell’olio d’oliva.
  • Azionate il microonde alla massima temperatura per un minuto, poi girate le fette e lasciate cuocere per un altro minuto. Nel caso delle erbe aromatiche, bastano appena 30 secondi. Et voilà.

Share this post