Friselle: tutti i consigli per il risultato perfetto

Friselle: tutti i consigli per il risultato perfetto

Alzi la mano chi ama le friselle! Noi ne andiamo matti, soprattutto in estate: sono leggere, fresche, golosissime… Insomma, come resistere?

Le friselle sono un piatto tipico del sud Italia, in particolare di Puglia e Campania (e infatti, in base alla zona e al relativo dialetto, sono note con molti nomi diversi, da “frisedde” a “spaccatelle”). Sono taralli di grano duro cotti al forno, tagliati a metà in senso orizzontale e poi cotti nuovamente, risultando croccanti e biscottati al punto da dover essere ammorbiditi con l’acqua prima di essere mangiati. Secondo la tradizione, le friselle vanno condite con pochi ingredienti semplici e genuini, come pomodoro, aglio, basilico e olio extravergine d’oliva, per un risultato classico e intramontabile.

Preparare le friselle è veloce e semplicissimo. Eppure, se si vuole un risultato davvero impeccabile, meglio fare attenzione ad alcuni piccoli accorgimenti.

Ammorbidite le friselle, ma non troppo

Le friselle non devono perdere la croccantezza che le contraddistingue e le rende così buone. Quindi ammorbiditele, ma non troppo: limitatevi a immergerle per pochissimi secondi in una bacinella piena d’acqua, senza lasciarle ammollo. Originariamente, le friselle venivano bagnate direttamente in mare: se volete ottenere un risultato simile, salate leggermente l’acqua.

Non solo acqua: ammorbidite le friselle con i sughi

Se volete una frisella dal sapore più intenso, allora non bagnatela con l’acqua ma con i liquidi rilasciati dai condimenti stessi. Per esempio, raccogliete l’acqua e i semini dei pomodori quando li pulite e tagliate, quindi usateli per ammorbidire la frisa.

Per le vostre friselle, solo ingredienti freschi

In qualunque modo scegliate di condire le vostre friselle, ricordatevi di usare solo gli ingredienti migliori, freschi di stagione. Un accorgimento utile per qualsiasi ricetta, ma fondamentale in questo caso: il sapore delle friselle è neutro, quindi un condimento saporito è d’obbligo.

Giocate con gli abbinamenti: mille modi per condire le friselle

Le friselle possono essere condite in tantissimi modi, da quelli più semplici a quelli più elaborati. Se usate un condimento molto ricco, le friselle possono trasformarsi da semplice antipasto a vero e proprio piatto unico. Ecco qualche idea per delle friselle originali.

Friselle al tonno.
Qual è l’ingrediente che non manca mai nella dispensa e che salva spesso pranzi e cene? Il tonno in scatola! Usatelo per preparare delle sfiziosissime friselle: prima ammorbiditele, poi conditele con tonno al naturale, mais, carote tagliate a dadini e carciofi sott’olio. Insaporite con un filo d’olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e un po’ d’origano.

Friselle ai frutti di mare.
Le friselle ai frutti di mare sono una variante raffinata, ideale da servire durante una cena di pesce. Noi abbiamo scelto vongole e cozze, ma voi potete usare il pesce che preferite. Abbiamo pulito accuratamente le vongole e le cozze, poi le abbiamo cotte in padella con olio, aglio, prezzemolo e pomodorini. Con il sughetto ottenuto abbiamo ammorbidito le friselle, infine le abbiamo condite con i frutti di mare sgusciati.

Friselle con le verdure.
Per preparare queste friselle, scegliete gli ortaggi che preferite: noi abbiamo optato per melanzane, peperoni e zucchine, che abbiamo lavato, tagliato a listarelle e cotto in padella con un filo d’olio. Una volta pronte, abbiamo usato le verdure per condire le friselle precedentemente ammorbidite.

Friselle con la salsiccia.
Una variante golosa a base di carne: le friselle con la salsiccia. Scaldate qualche cucchiaio d’olio in una padella, poi unite i peperoni tagliati a dadini e i pomodorini fatti a metà; per ultima, aggiungete la salsiccia di maiale sbriciolate e fate cuocere per circa 5 minuti. Bagnate le friselle e infine condite.

Share this post