Le regole per una cioccolata calda come al bar

Le regole per una cioccolata calda come al bar

Per coccolarsi in queste fredde sere invernali, niente di meglio di una tazza di cioccolata fumante. Dolce, densa e profumata, questa bevanda non è soltanto buonissima, ma anche confortante, soprattutto se sorseggiata dopo una lunga giornata fuori casa, magari mentre si guarda un film sul divano. Che la si gusti così com’è, con qualche ciuffo di panna montata oppure aromatizzata, la cioccolata calda è uno dei “comfort drink” per eccellenza.

Preparare la cioccolata calda è semplice, ma è importante fare attenzione ad alcuni dettagli se si vuole un risultato degno del miglior bar.

Le regole per una cioccolata calda perfetta

  1. Scegliete con cura gli ingredienti. La prima dritta non poteva che essere questa: per una cioccolata squisita, usate solo prodotti di alta qualità. Prestate attenzione soprattutto al cioccolato, prediligendo quello con un’elevata percentuale di cacao; ovviamente molto dipende dai gusti di ciascuno, ma ricordatevi che, per una bevanda dal sapore intenso, il cioccolato dovrebbe essere fondente almeno al 70%. Usate il latte intero o parzialmente scremato oppure, se siete davvero golosi, la panna fresca; altrimenti potete trovare un compromesso e usare un po’ di latte e un po’ di panna, insieme. Anche in questo caso, tutto dipende dal gusto personale: sperimentate e trovate la formula perfetta per voi.
  2. Non dimenticate il doppio passaggio. Secondo il mastro pasticcere francese Jacques Torres, il segreto per una cioccolata impeccabile è la cottura in due step: prima portate il latte al punto di bollore, poi versatelo sul cioccolato in pezzi in un altro pentolino; portate nuovamente a bollore i due ingredienti insieme, mescolando ripetutamente con la frusta.
  3. Attenzione ai grumi. A nessuno piace una cioccolata grumosa. Se vi accorgete che si stanno formando dei granuli nel corso della cottura, intervenite con il frullatore a immersione per pochi istanti finché non avrete una bevanda vellutata e liscia.
  4. Giocate un po’. Se non siete dei puristi, potete personalizzare la cioccolata in mille modi diversi. Durante la cottura, aggiungete una stecca di cannella, un baccello di vaniglia (inciso e raschiato) oppure un paio di bacche di anice stellato. In alternativa, potete lasciare un pezzetto di zenzero fresco (ovviamente sbucciato) in infusione nel latte per qualche minuto prima di scaldarlo; oppure usate allo stesso modo un pezzetto di peperoncino, che darà alla bevanda un intenso retrogusto speziato e piccante. In questi casi, ricordatevi di filtrare il latte prima di aggiungerlo al cioccolato.
  5. Create lo spessore. Giudicate la consistenza della vostra dolce creazione e “aggiustatela” con un pizzico di amido di mais se vi sembra opportuno. La cioccolata calda dovrebbe essere morbida e densa, non troppo cremosa ma neanche troppo liquida.
  6. Date un ultimo tocco. A questo punto, la cioccolata è pronta per essere gustata. Se volete, però, potete ulteriormente arricchirla, magari aggiungendo qualche ciuffo di panna montata fredda, per un piacevole contrasto con il caldo della cioccolata, oppure dei marshmallow.

Share this post