Pesto alla genovese fatto in casa

Pesto alla genovese fatto in casa

Cosa portate in tavola quando volete mangiare qualcosa di buono, semplice ed economico? Per noi, la risposta a questa domanda è sicuramente la pasta con il pesto alla genovese.

Il pesto alla genovese è un condimento freddo a base di basilico, pinoli, aglio, formaggio e olio, lavorati con l’aiuto di mortaio di marmo e pestello di legno. Come capita spesso con i piatti della tradizione, nel tempo sono state realizzate molte varianti del pesto: qualcuno ama aggiungere mandorle, noci e altra frutta secca, mentre qualcun altro preferisce usare un mixer per risparmiare tempo. Tuttavia, l’originale ricetta ligure è rimasta la stessa nei secoli, e oggi vogliamo prepararla insieme a voi.

Ecco la ricetta.

Ingredienti:

70 g di basilico fresco
60 g di Grana Padano DOP
30 g di pecorino
30 g di pinoli
1 spicchio d’aglio
Olio evo qb
Sale grosso qb

Procedimento:

Lavate le foglie di basilico e asciugatele delicatamente con un canovaccio. In un mortaio di marmo mettete lo spicchio d’aglio sbucciato e qualche grano di sale grosso, quindi iniziate a pestare con il pestello in legno. Aggiungete i pinoli e continuate a pestare, fino a che non otterrete una poltiglia grossolana.
A questo punto unite anche il basilico e pestate ancora, adesso con maggiore delicatezza. Per ultimi versate il Grana Padano DOP e il pecorino grattugiati. Mescolate con cura e completate con dell’olio, finché non avrete un composto omogeneo e cremoso.
Prima di usare il pesto per condire la pasta (per esempio le trofie), diluitelo leggermente con l’acqua di cottura della pasta stessa. Ricordate che potete conservare il pesto nel frigo per qualche giorno, assicurandovi che sia sempre coperto d’olio.

Share this post