Pulire il cavolfiore e la verza: ecco come

Pulire il cavolfiore e la verza: ecco come

Il cavolfiore e la verza – appartenenti alla famiglia delle crucifere – sono ortaggi salutari e versatili, che si prestano a tantissime ricette.

Oltre a poter diventare protagonisti di piatti elaborati, i cavolfiori e la verza sono buoni anche al naturale: basta cuocerli al vapore oppure lessarli, poi condirli con un filo d’olio e sale.

Prima di dare sfogo alla fantasia ai fornelli, è ovviamente necessario pulire con cura queste verdure. Sappiamo farlo? Scopriamolo insieme.

Come pulire i cavolfiori

  1. Disponiamo il cavolfiore su un tagliere, sistemandolo lateralmente. Teniamolo ben fermo con una mano e, usando un coltello, eliminiamo il gambo e le foglie più esterne.
  2. Con un piccolo coltello dividiamo le cimette dal gambo centrale, staccandole una a una.
  3. Se le cimette sono piuttosto grandi, dividiamole ulteriormente.
  4. Terminate queste semplici operazioni, mettiamo le cimette in uno scolapasta e sciacquiamole una a una sotto l’acqua corrente fredda. Non ci resta che asciugare il tutto con cura con un canovaccio pulito.

Come pulire la verza

  1. Iniziamo eliminando le foglie esterne, che potrebbero essere un po’ rovinate.
  2. Mettiamo la verza su un tagliere e, tenendola saldamente con una mano, tagliamo la parte finale.
  3. Dividiamo la verza a metà fino all’estremità dello stelo. Per ogni metà, incidiamo il gambo e rimuoviamolo, slegando così ogni foglia dalla propria radice.
  4. Adesso stacchiamo le foglie una a una, sciacquiamole in acqua corrente e asciughiamole con cura.

Share this post