Quattro modi per cucinare le patate dolci

Quattro modi per cucinare le patate dolci

Le patate sono uno di quegli alimenti di cui non ci si stanca mai: ne esistono tanti tipi e possono essere mangiate in mille modi diversi, sia da sole che all’interno di ricette. Si parte dalle patate a pasta bianca fino ad arrivare alle patate rosse, passando per quelle viola e quelle novelle. Fuori competizione ci sono sicuramente le patate dolci, dette anche americane, che hanno un sapore unico che ricorda un mix tra patata, zucca e carota. Ma come portarle in tavola? Ecco qualche idea per cucinare le patate dolci. Che siano bollite oppure fritte, sono sempre buonissime!

Patate dolci al forno

Le patate dolci al forno possono essere mangiate sia con la buccia che senza. Nel primo caso, ricordatevi di lavarle accuratamente sotto l’acqua corrente. Tagliate le patate a fette spesse, poi a bastoncini larghi, quindi trasferitele in una ciotola e conditele con abbondante olio d’oliva, sale, rosmarino e un paio di spicchi d’aglio sbucciati. Mettete le patate in una teglia rivestita da carta forno e infornatele a 200° per circa 20-25 minuti, finché non saranno dorate e croccanti.

Patate dolci alla brace

Lavate le patate, asciugatele e incidetele con un taglio a croce. Senza rimuovere la buccia, avvolgetele in un foglio di alluminio e fatele cuocere per un paio d’ore sulla brace calda. Se volete risparmiare tempo, sbollentate leggermente le patate prima di proseguire con la cottura sulla brace.

Patate dolci bollite

Lavate le patate dolci e tuffatele nell’acqua fredda non salata. Da quando l’acqua inizia a bollire, fate cuocere le patate per circa 40-50 minuti, finché non riuscirete a infilzarle con i rebbi di una forchetta senza incontrare resistenza. Quando saranno abbastanza morbide, scolatele e fatele intiepidire. Sbucciatele, tagliatele a tocchetti e conditele con sale, olio e spezie a piacere.

Patate dolci fritte

Dopo averle lavate e sbucciate, tagliatele le patate dolci a bastoncini piuttosto sottili. Sbollentatele per pochi minuti, poi immergetele in abbondante olio bollente finché non saranno dorate. Scolatele con l’aiuto di una schiumarola e tamponatele con la carta assorbente, quindi conditele con olio e rosmarino.

2022 © Rossetto Trade spa - p.i. 02928530233 - Via Friuli 5, 37060 Lugagnano di Sona (VR)

Privacy Policy Cookie Policy