Spaghetti allo scoglio da chef: ecco come

Spaghetti allo scoglio da chef: ecco come

Se vi diciamo “spaghetti allo scoglio”, voi a cosa pensate? A noi vengono in mente le vacanze, il mare, le cene all’aperto insieme agli amici, sorseggiando un bicchiere di vino bianco freddo… Insomma, spaghetti allo scoglio significa estate.

Gli spaghetti allo scoglio sono uno dei piatti più conosciuti e più amati della cucina mediterranea: una preparazione semplice e raffinata allo stesso tempo, che non richiede grande abilità in cucina ma fa sempre fare un figurone. Scopriamo insieme la ricetta originale e alcuni trucchi per un risultato da chef.

La ricetta degli spaghetti allo scoglio

Ingredienti:

400 g di spaghetti
500 g di vongole
500 g di cozze
500 g di cannolicchi
500 g di pomodorini
1 spicchio d’aglio
Prezzemolo q.b.
Pepe nero q.b.
Sale q.b.
Olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:

Per prima cosa pulite accuratamente le cozze, quindi fate spurgare i cannolicchi e le vongole. Mettete i molluschi in pentole separate con un po’ acqua e fateli cuocere per qualche minuto affinché i gusci si aprano.

Togliete il pesce dal fuoco e recuperate l’acqua di cottura, che dovrete filtrare e tenere da parte. Adesso sgusciate i molluschi, ma non tutti: tenetene qualcuno con la conchiglia.

In un’ampia padella antiaderente versate un filo d’olio e fate rosolare lo spicchio d’aglio, precedentemente sbucciato. Quando l’aglio si sarà dorato, aggiungete i pomodorini lavati e tagliati a metà. Fateli cuocere per circa 5 minuti, quindi aggiungete i molluschi (sia quelli sgusciati che non) e l’acqua di cottura. Proseguite la cottura per altri 5 minuti.

Nel frattempo portate a ebollizione l’acqua salata in una pentola, buttate gli spaghetti e fateli cuocere. Scolateli al dente e uniteli al sugo di pesce, quindi fateli risottare per qualche minuto.

Infine impiattate e spolverate ogni piatto con pepe nero e prezzemolo tritato.

I segreti per gli spaghetti allo scoglio perfetti

Pomodori freschi al posto della passata

Per ottenere un sugo davvero speciale, non usate la passata ma i pomodori freschi, ciliegini oppure datterini. Il loro gusto e il loro profumo sono unici, soprattutto in estate.

Il formato di pasta giusto

Generalmente, la pasta prediletta per questa ricetta è lo spaghetto. Niente vi vieta di cambiare formato, ma noi vi consigliamo comunque pasta lunga come linguine o tagliolini.

Spurgatura e cottura delle conchiglie

A nessuno piace masticare la sabbia… Quindi occhio a spurgare bene le conchiglie, tenendole in acqua salata dalle 2 alle 5 ore. Una volta completata la spurgatura, passate alla cottura, ma ricordatevi che non deve durare più di 10 minuti se non volete che i molluschi acquisiscano una consistenza gommosa.

L’acqua di cottura dei molluschi

L’acqua in cui cuocete le conchiglie affinché si aprano è un concentrato di gusto. Non buttatela e unitela al sughetto. Da leccarsi i baffi!

Share this post