Tutto sulla salvia

Tutto sulla salvia

La salvia (il cui nome scientifico è Salvia officinalis) è una pianta della famiglia delle Laminaceae. Questo piccolo arbusto sempreverde cresce soprattutto nell’Europa meridionale (e infatti in Italia è diffuso in modo particolare al centro-sud e nelle isole) ed è caratterizzato da foglie ovali, spesse, rugose e ricoperte da sottile peluria.

Scopriamo di più sulla salvia.

Valori nutrizionali della salvia

100 g di salvia contengono 315 calorie; inoltre, nella stessa quantità di alimento si trovano:

  • 10,63 g di proteine
  • 60,73 g di carboidrati
  • 1,71 g di zuccheri
  • 12,7 g di grassi
  • 40,3 g di fibra alimentare
  • 11 mg di sodio

Benefici della salvia

  • I flavonoidi della salvia svolgono una potente azione estrogenica, motivo per cui questa pianta è impiegata per combattere i disturbi femminili come i dolori mestruali e i fastidi della menopausa.
  • La salvia è usata nelle affezioni dell’apparato gastrointestinale come rilassante della muscolatura liscia; infatti, la sua azione antispasmodica è utile in caso di intestino irritabile e spasmi dell’apparato digerente.
  • L’acido carnosico e i triterpeni conferiscono alla salvia proprietà antiinfiammatorie e diuretiche che aiutano contro ritenzione idrica, edemi, reumatismi e mal di testa. Un vero e proprio toccasana in molte occasioni!
  • La presenza dell’olio essenziale e degli acidi fenolici (in particolare la salvina) rende la salvia efficace in caso di funghi, batteri e virus, contro i quali questa erba aromatica svolge una potente azione antisettica.
  • Grazie alle sue proprietà balsamiche, con la salvia si possono combattere anche raffreddore, tosse, mal di gola e altri sintomi influenzali. Un buon decotto e vi sentirete subito meglio.
  • La salvia ha potere ipoglicemizzante; in altre parole, riduce il tasso di glicemia nel sangue, risultando particolarmente utile nella cura del diabete.
  • Infine, la salvia dona sollievo in caso di stress e tensione, favorendo un buon sonno.

La salvia in cucina

Le foglie della salvia – sia fresche che essiccate – sono ampiamente usate ai fornelli per aromatizzare svariate pietanze: un tocco di salvia ed ecco che carne, pesce, sughi, frittate, minestre e torte salate assumono un profumo e un sapore inconfondibili. Se volete trarre il meglio dalla salvia, allora rosolatela leggermente nel burro o nell’olio d’oliva; in questo modo rilascerà i suoi olii essenziali, diventando ancora più aromatica.

Inoltre, con la salvia si possono preparare tisane e infusi, ideali se si vuole beneficiare a pieno delle sue molte proprietà.

La salvia per la bellezza

Oltre a essere immancabile in cucina, la salvia è molto usata in erboristeria; con questa pianta, infatti, si possono preparare olii, infusi, sieri e lozioni che mantengono in salute la pelle e i capelli.

La salvia è utile in caso di pelle grassa e infezioni della pelle come acne, eczemi e psoriasi, di cui allevia i sintomi. Inoltre, i suoi antiossidanti contrastano l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento della pelle, e tengono a bada i segni dell’invecchiamento come rughe e macchie.

Infine, la salvia migliora la circolazione del cuoio capelluto, rendendo i capelli più spessi, lucenti e forti e quindi rivitalizzando chiome secche e disidratate. Una lozione a basa di salvia aiuta anche a migliorare la consistenza dei capelli e a renderli più maneggevoli, favorendo la messa in piega.

Share this post