Melagrana: proprietà, benefici e consigli in cucina

Melagrana: proprietà, benefici e consigli in cucina

La melegrana è il frutto dell’albero di melograno: la sua buccia nasconde dei succosi chicchi (i cosiddetti arilli) che si presentano in varie sfumature di rosa e rosso, hanno un sapore piacevolmente acidulo e sono ricchi di tannino. Originaria della Cina, nei millenni si è adattata a tutti gli ambienti con estati caldi e inverni miti; oggi, la melagrana è coltivata nel Caucaso, in vaste zone nordamericane e nel nostro Mediterraneo, e raggiunge il pieno della maturazione proprio in questo periodo, da fine settembre fino a novembre. Oltre a conquistare per il gusto inconfondibile, questo frutto è ricco di acqua e sostanze che lo rendono un vero toccasana per l’organismo.

Conosciamo meglio la melagrana

Proprietà nutrizionali della melagrana

Gli arilli di melagrana apportano una quantità di energia medio-bassa, ovvero 50-60 kcal ogni 100 g. Sono ricchi di acqua (che costituisce ben l’80% del peso), mentre la restante parte è suddivisa tra zuccheri, fibre, proteine, sali minerali, fruttosio e vitamine, specialmente la A, la C e la K.

La melagrana ha proprietà antiossidanti, antitumorali, anticoagulanti, antibatteriche, idratanti, diuretiche, astringenti e tante altre ancora.

Controindicazioni della melagrana

Abbiamo appurato che la melagrana fa bene alla salute, ma, come sempre, il troppo stroppia. Essendo acido, questo frutto potrebbe causare (o intensificare) acidità gastrica e problemi di reflusso, quindi meglio non esagerare con le dosi se soffrite abitualmente di questi disturbi.

Come sbucciare la melagrana

Sbucciare la melagrana può sembrare insidioso, ma è molto semplice. Per prima cosa tagliate la parte superiore, poi incidete la buccia fino a ottenere degli spicchi; allargate gli spicchi con le dita e infine sgranate i cicchi, raccogliendoli in una ciotola. Et voilà: pronti per essere gustati! Ricordatevi solo di pulirli bene dalla membrana bianca, che ha un sapore molto amaro.

Come si mangia la melagrana

Il modo migliore per mangiare la melagrana è al naturale, ma questo non significa che non ci si possa sbizzarrire con la fantasia. Questo frutto si presta alla preparazione di estratti, spremute e frullati, dolci di vario tipo e persino piatti salati: usate i cicchi di melagrana per arricchire un’insalata, condire il pollo o il filetto di branzino, insaporire la pasta oppure farcire girelle di sfoglia.

2021 © Rossetto Trade spa - p.i. 02928530233 - Via Friuli 5, 37060 Lugagnano di Sona (VR)

Privacy Policy Cookie Policy